Karateweb il karate in rete

 

Scegli la pagina

Nunchaku

STORIA:

L’utilizzo del nunchaku come mezzo di difesa nasce insieme alle altri armi del Kobudo ed al Karate nell’isola di Okinawa in Giappone.

La nascita di queste arti marziali e da attribuire ad un insieme di fattori molto complessi.
Alcuni di questi, sono la presenza di cinesi che abitando nell’isola di Okinawa importano il loro modo di vivere ed insieme quello di difendersi, l’altro fattore che da una spinta notevole allo sviluppo delle arti marziali e sicuramente il divieto di portare delle armi che fu imposto alle classi sociali piu basse dalla dinastia che governava le isole Ryu Kyu nel XV secolo.
La popolazione sviluppa allora, attingendo da il modo di combattere dei Cinesi, un sistema di autodifesa, basato su i mezzi a loro disposizione.

Primo fra tutti il combattimento a "mani nude" che noi tutti conosciamo sotto il nome di Karate, contemporaneamente l’utilizzo di attrezzi agricoli adattati al combattimento.

Il nunchaku e una delle armi del kobudo che insieme al Tonfa, al Bo ed al Kama appartengono a questa categoria.
Il nunchaku e costituito da due barre di legno tenute insieme all’estremita da una corda o da una catena, e veniva utilizzato per "battere" il riso, separando cosi il chicco dal guscio; un attrezzo simile esisteva anche nelle nostre campagne utilizzato pero per il grano.
Originariamente i due elementi in legno venivano tenuti insieme dal crine di cavallo intrecciato.
L’introduzione della catena e sicuramente piu recente e probabilmente d’origine cinese visto che Okinawa era quasi sprovvista di metallo. 

NunchakuEsistono altri tipi di nunchaku che differiscono dal piu conosciuto per il numero e le dimensioni degli elementi in legno. Un tipo poco conosciuto e formato da un bastone lungo un metro con all’estremita un bastone di 30 cm; questa arma e molto piu semplice da maneggiare per l’impossibilita di essere colpiti dalla propria arma in movimento. Un altro modello e quello a tre barre tenute insieme da due corde, questo modello viene utilizzato tenendo in mano la barra centrale e volteggiando le altre due.

 Il modello classico e composto, come abbiamo gia detto, da due barre di legno di sezione circolare o ottagonale lunghe circa 30 cm, tenute insieme da una corda o da una catena. Molto spesso le due barre sono di forma tronco conica con la sezione piu larga all’estremita, questo per aumentare la velocita e per trovare meglio la fine del nunchaku.

Le estremita delle barre si chiamano KONTEI mentre la parte vicina alla corda si chiama KONTO.

 

IL SALUTO CON IL NUNCHAKU:

Il saluto in piedi (ritsui rei) puo essere effettuato in due modi:

Mentre per il saluto seduti (za rei), si appoggia il nunchaku davanti alle proprie mani prima di chinarsi in avanti.

Planet srl sistemi informaticiHoma page KaratewebVai all'inizio della paginaHome page Accademia Karate ShotokanVai alla pagina precedenteContatta il webmaster di Karateweb